marzo 24, 2016

UNA BELLEZZA SENZA ETA’

image

Ben trovati cari lettori.

Voglio continuare a raccontarvi di Biancamore, della sua ricchezza intrinseca, del benessere che ne deriva, della bellezza che fa risplendere sulla nostra pelle.

La sua ricchezza sta nel latte di bufala; questo alimento, tra i più completi presente in natura, è ciò che la rende così estremamente diversa ed efficace, l’ideale per la nostra pelle.

Abbiamo infatti già visto tutti i benefici che apportano gli acidi grassi e la vitamina E alla nostra pelle: difesa e protezione, nutrimento ed idratazione, rigenerazione ed elasticità.

Tutto questo preserva l’integrità e il corretto funzionamento delle attività cui la pelle è deputata, e così, mantenendo intatta la sua funzionalità, la pelle può risplendere di salute e di bellezza.

Ma il latte di bufala nasconde in sé un altro importantissimo segreto: una piccola molecola che contrasta l’invecchiamento cutaneo e che rende Biancamore un naturale “elisir” di giovinezza: la VITAMINA A.

La VITAMINA A è stata scoperta agli inizi del Novecento, e in quel frangente si riuscì a correlare la sua azione al benessere della vista e delle ossa.

Verso la metà del secolo, invece, si sono compresi altri meccanismi chimici per i quali la VITAMINA A è stata direttamente collegata alla rigenerazione cellulare e ciò ha fatto in modo che essa venisse utilizzata nella correzione di alcuni difetti della pelle, come acne e invecchiamento cutaneo. Da quel momento in poi non è stata più scoperta una molecola altrettanto efficace come rigenerante cellulare, ed è per questo che essa e i suoi derivati continuano tutt’oggi ad essere utilizzati nei migliori cosmetici “anti-age”.

Una volta presente sulla nostra pelle, la VITAMINA A subisce delle modificazioni enzimatiche per cui si trasforma nel suo metabolita attivo, l’ACIDO RETINOICO. Esso va direttamente ad agire sul nucleo cellulare, promuovendo la proliferazione di nuove cellule giovani, rilanciando il metabolismo, l’ossigenazione e l’attività cellulare, ed eliminando le cellule morte superficiali.

Ciò significa che i fibroblasti, cioè le cellule deputate alla produzione di collagene ed elastina, si “rimettono in moto”, incrementando 3 principali attività:

  • aumentano di numero
  • producono sempre più collagene ed elastina, a sostegno dell’epidermide
  • producono nuovi e più funzionanti recettori per altre sostanze, come l’Acido Ialuronico, in modo che queste possano esplicare al meglio la propria azione.

Tutta la linea BIANCAMORE porta con se questo segreto: “il latte di bufala, fonte naturale di VITAMINA A, aiuta tutti i giorni a mantenere giovane la nostra pelle”.

E se pensiamo allo Scrub BIANCAMORE, che delicatamente aiuta a rimuovere le cellule morte, e a tutte le altre formulazioni arricchite in Acido Ialuronico, quale migliore sinergia d’azione potevamo chiedere?

BIANCAMORE. Complicità per una pelle senza tempo.

share: